Posso installare un cronotermostato da solo?

Quando si parla di installazione di un qualsiasi dispositivo, occorre sempre precisare che ovviamente anche se alcune installazioni sono descritte come semplici, se non avete alcuna familiarità con questo tipo di problemi dovremo comunque sempre chiedere l’assistenza di un tecnico, questo per poterci permettere essenzialmente di non aver alcun tipo di problemi con installazioni sbagliate o non del tutto ottimali, che possono dar luogo a malfunzionamenti di tanti tipi.

Per ciò che riguarda questo strumento elettronico, ossia il cronotermostato, pur essendo estremamente semplice, di base ci è comunque consigliato almeno chiedere sempre ad un professionista, in modo che il tutto avvenga nel miglior modo possibile. Infatti per installare un cronotermostato abbiamo di sicuro la necessità di rispettare una serie di regole essenziali in modo da ottenere il migliore rendimento di calore possibile. Come prima cosa, per munirsi del giusto strumento, sarà bene andare a verificare la vera compatibilità con la caldaia che abbiamo in casa. Quindi è bene scegliere in primis con attenzione il modello che si vuole installare, e di sicuro questo è solo il primo passo. Infatti occorre anche riuscire ad individuare in casa un luogo che sia adatto per questa installazione, perciò un ambiente della casa o dell’ufficio che offra il più elevato carico termico di tutti gli altri ambienti dell’immobile.

In alternativa possiamo installare questo strumento nella stanza in cui si soggiorna più spesso e per più ore durante la giornata, come ad esempio può essere il soggiorno. Oltre alla stanza, dovremo poi comunque stabilire la posizione esatta per fissarlo alla parete, calcolando quindi l’altezza dal pavimento compresa tra 1,50 cm e 1,80 cm. Bisognerà anche in tutti i modi evitare di posizionare il dispositivo nelle vicinanze di fonti di calore, o viceversa anche di fonti di freddo. Entrambe infatti possono alterare in modo notevole le funzioni e la rilevazione della temperatura presente in un ambiente, e quindi possono influire sull’utilizzo di un cronotermostato.

Una volta eseguiti questi passaggi alla fine non ci resta che procedere con l’installazione vera e propria.

Come accennato diciamo che in questo caso il fai da te non è consigliabile se si considera che si tratta di un’installazione complessa. Ciò non toglie che non possiate comunque tentare di installare il vostro cronotermostato se avete già esperienza sul campo. Per scoprirne di più e per capire se potete agire in un modo o nell’altro, vi consiglio la guida alla scelta del crono termostato.